Hitchens può salvare la sinistra

9,9922,00

COD: 9788894572346-1

Hitchens può salvare la sinistra
di Matt Johnson

Come difendere senza paura la libertà dal fascino per i dittatori e dalla tentazione dell’autocensura.
Lo scontro ideologico tra la sinistra antitotalitaria e la sinistra anticapitalista, raccontato attraverso la biografia intellettuale del geniale polemista inglese.

Christopher Hitchens (1949-2011), formidabile giornalista e saggista inglese che volle farsi americano, è una leggenda. Dopo la sua scomparsa, però, nella percezione pubblica di Hitchens ha iniziato a prendere piede una sorta di “effetto Hunter S. Thompson”: tutta l’attenzione si è andata concentrando sulla sua figura di litigioso provocatore e di polemista con studi a Oxford che, corroborato dall’alcol e con la sigaretta sempre in bocca, era capace di declamare qualche verso di Auden prima di rasoiare l’avversario con la sua ironia affilata. Ma Hitchens è stato anche molto altro: un pragmatico idealista che, sotto la scorza di contrarian e dietro lo stile flamboyant con cui scriveva e parlava, ha sempre mantenuto gli stessi solidissimi principi-guida. La difesa strenua della libertà – e in particolare della libertà di espressione. L’amore per la discussione (anche fine a sé stessa, se del caso). La fiducia nelle virtù della democrazia. L’odio verso i tiranni e ogni tipo di teocrazia. Queste idee lo hanno accompagnato sempre: quando era un giovane marxista “luxemburghista” e anche quando divenne poi uno dei più noti sostenitori dell’intervento militare in Afghanistan e in Iraq, con una svolta che fece inorridire molti ex compagni di militanza. Ma il suo non fu un tradimento: le sue posizioni politiche furono sempre animate dagli stessi ideali. E proprio quella sinistra che alla fine lo ha tanto odiato avrebbe molto da imparare da lui per combattere con più efficacia i populismi, i sovranismi e i trumpismi contemporanei. Quando nel 2oo5 gli fu chiesto che cosa i socialisti potessero imparare dal Ventesimo secolo, Hitchens rispose: « Dovrebbero imparare che cose come l’Illuminismo, il secolarismo e l’impegno in difesa della ragione non possono essere date per scontate ». Sarebbe bene tenerlo sempre a mente.

MATT JOHNSON, scrittore e giornalista, ha pubblicato articoli e saggi per molte testate tra cui «Haaretz», «The Bulwark», «Quillette», «Stanford Social Innovation Review», «South China Morning Post», «The Daily Beast» e «Areo Magazine». Scrive anche per la Foundation Against Intolerance and Racism e per Counterweight. Vive a Zurigo.

456 pagine, 22 euro, Linkiesta Books. In libreria dal 26 gennaio, ma disponibile qui con spedizioni a partire dal 19 gennaio. 

Svuota